20.9 C
Comune di Viareggio
giovedì, Settembre 29, 2022

Daniele Battistini nei vertici nazionali della Feneal Uil. “Lapideo ed edilizia al centro della battaglia sindacale”

I vertici nazionali della Feneal Uil parlano sempre più toscano grazie all’ingresso nell’esecutivo di un giovane apuano, Daniele Battistini, già segretario regionale Feneal Uil Toscana. E’ una delle importanti novità emersa alla fine del XVIII congresso nazionale del sindacato che ha confermato all’unanimità il segretario generale Vito Panzarella. Eletta anche la nuova segreteria che sarà così composta: riconfermati Pierpaolo Frisenna, Francesco Sannino, Mauro Franzolini, Vincenzo Mudaro Tesoriere. Continua il costante rinnovamento della segreteria nazionale con l’ingresso di Stefano Costa.

La rielezione di Vito Panzarella

Nell’esecutivo nazionale, poi, come detto entra Daniele Battistini che porterà ai piani alti della battaglia sindacale anche i temi che riguardano il territorio toscano così come quelli spinosi delle province di Massa Carrara e di Lucca dove il lapideo, con le cave di marmo, rappresenta un’eccellenza italiana su cui serve una programmazione politica e sindacale di alto livello. “Una tre giorni intensa ma ricca di spunti e riflessioni – sottolinea Battistini -, ritorno in Toscana con tante sfide da affrontare e tante opportunità da cogliere. La nostra Regione, ma in particolar modo la nostra provincia, ha bisogno di risposte concrete nell’interesse delle aziende e dei tanti lavoratori. Ci aspettiamo un rilancio sui temi della sicurezza, del lavoro stabile, della lotta alle diseguaglianze, della formazione. Tutti aspetti fondamentali per costruire un futuro stabile e dignitoso. Entrare a far parte del nuovo esecutivo nazionale della Feneal Uil ci consentirà di portare contributi importanti anche riguardanti il nostro territorio”.

Battistini è convinto che il percorso intrapreso dal segretario generale Vito Panzarella insieme alla segreteria nazionale appena eletta possa dare forza e determinazione alle tante battaglie che attendono il sindacato su tutti i livelli a partire da edilizia e lapideo: “L’estrazione e la lavorazione del marmo nel distretto apuo-versiliese rappresentano un settore strategico non solo per l’economia locale ma per tutto il comparto produttivo toscano e nazionale. Serve poi in tempi rapidi una riforma chiara e precisa che renda strutturali il tema dei bonus e delle agevolazioni consentendo a tutti di poter accedere. Una riforma che premi inoltre le aziende regolari, che applicano i contratti e che perseguono la sicurezza sui luoghi di lavoro”. 

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI