20.9 C
Comune di Viareggio
giovedì, Settembre 29, 2022

Maltempo, sopralluogo della Protezione Civile Nazionale per poter dichiarare lo stato di emergenza

E’ durato circa un’ora, il sopralluogo effettuato a Pietrasanta dalla delegazione del Dipartimento di Protezione Civile Nazionale per l’istruttoria della dichiarazione dello stato di emergenza nazionale dopo la tempesta che, giovedì 18 agosto, ha colpito anche la Versilia.

Il team, formato dal dirigente responsabile per il superamento dell’emergenza e il rientro in ordinario Basilio Iuliano, la geologa Giovanna Martini e l’ingegner Marco Falzacappa, è stato accolto, insieme ai rappresentanti della protezione civile regionale e provinciale, in Municipio dal sindaco Alberto Stefano Giovannetti, dall’assessore Tatiana Gliori, dal comandante della polizia municipale Giovanni Fiori e dalla squadra di tecnici comunali (Elena Tonacchera per l’ufficio di protezione civile, l’ingegner Valentina Maggi, il geologo Luca Lorenzini e l’ingegnere forestale Alessandro Barbagli) che è stata in prima linea sugli interventi di rilevazione e messa in sicurezza effettuati a Pietrasanta.

“Dopo la dichiarazione dello stato di emergenza regionale – hanno sottolineato il sindaco Giovannetti e l’assessore Gliori – questo è un altro momento fondamentale, sul fronte delle possibilità per il nostro ente e i privati coinvolti di ricevere un ristoro economico a seguito dei danni, gravi e gravissimi, provocati dal fortunale. Siamo grati al Dipartimento Nazionale di aver voluto constatare direttamente la situazione in città e restiamo a disposizione, con i nostri uffici, per ogni ulteriore bisogno”.

Dopo un breafing in piazza Matteotti, nel corso del quale la delegazione nazionale ha acquisito documentazione fotografica e atti emessi a seguito della violenta ondata di maltempo, il sopralluogo è iniziato da viale Apua, con ulteriori rilievi effettuati da parte dei tecnici inviati da Roma, proseguendo nella zona di Marina, davanti all’edificio scoperchiato dal vento e all’interno del bagno Milano, uno degli stabilimenti più colpiti e che ancora porta i segni delle attrezzature ormai inservibili. Un passaggio anche nell’interno, dove un altro edificio è alle prese con importanti riparazioni al tetto, prima di proseguire verso Seravezza e Barga, altre due tappe individuate dalla delegazione nazionale dopo il sopralluogo di martedì nella provincia di Massa Carrara.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI