21.7 C
Comune di Viareggio
giovedì, Settembre 29, 2022

Querceta, Poste chiuse da metà luglio dopo l’assalto con l’esplosivo. Il Comune sollecita la riapertura

L’amministrazione comunale di Seravezza ha inviato una email a Poste Italiane per richiedere un aggiornamento sulla tempistica di riapertura dell’ufficio postale di Querceta.

La richiesta, avanzata dal presidente del consiglio comunale Marco Pellegrini, per conto del sindaco Lorenzo Alessandrini, è stata inoltrata alla Direzione di Poste a seguito della situazione di forte disagio avvertita dalla popolazione per la prolungata chiusura dell’ufficio postale di Querceta.

Una situazione di difficoltà che inizia lo scorso 17 luglio, a seguito dell’assalto da parte di rapinatori all’ufficio di via Fratelli Rosselli, con l’utilizzo di esplosivo che – oltre a divellere l’apparecchio del bancomat – ha provocato danni ingenti all’interno della struttura.

Da qui la chiusura dell’ufficio e l’immediata richiesta del sindaco Lorenzo Alessandrini per un potenziamento dell’ufficio di Ripa, per il quale peraltro erano in programma una serie di chiusure estive. L’accoglimento della richiesta avanzata dal sindaco ha di fatto comportato l’assorbimento dell’utenza quercetana ma con disagi che, a lungo andare, stanno causando non pochi problemi, ribaditi nella lettera inviata alla direzione.

“Da diversi giorni – scrive l’amministrazione comunale – stiamo registrando impazienza negli utenti di Querceta per il prolungarsi della chiusura dell’ufficio postale più grande del nostro Comune, avvenuta a seguito dell’atto criminoso. Dobbiamo anche segnalare che l’utilizzo dell’ufficio postale di Ripa comporta alcune difficoltà sia logistiche, in particolare per gli anziani, sia funzionali in quanto la grossa affluenza in uno spazio relativamente piccolo, provoca delle code anche all’esterno, spesso sotto un sole cocente. Senza considerare l’indisponibilità del bancomat sia a Querceta che a Ripa”.

Una situazione difficile, riscontrabile ogni giorno proprio per la concomitanza di più fattori: la distanza da Querceta che, pur essendo di pochi chilometri, arreca non pochi problemi ad esempio alle persone anziane; l’affollamento che si crea nell’ufficio di Ripa di dimensioni decisamente molto inferiori rispetto a quello di Querceta; la mancanza di uno spazio esterno coperto dove attendere il proprio turno, come avveniva invece nella struttura quercetana; infine la mancanza di uno sportello bancomat su una vasta zona del territorio comunale.

“Stante l’oggettiva criticità della situazione che si protrae ormai da un mese e mezzo – si legge nella mail dell’amministrazione comunale – chiediamo di avere un aggiornamento sullo stato dei lavori nell’ufficio quercetano, auspicando che il ripristino e quindi la riapertura avvengano quanto prima”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI