20.2 C
Comune di Viareggio
mercoledì, Ottobre 5, 2022

Un ponte artistico tra Costa Azzurra e Versilia. Hanna Baudet ha visitato la nuova galleria di Andrea Chisesi

In Toscana per un ampio giro di ricognizione culturale, la direttrice del Pôle Art Moderne et Contemporain che a sede a Cannes in Costa Azzurra, Hanna Baudet, ieri ha visitato anche la nuova “Art Gallery” di Andrea Chisesi a Pietrasanta. Infatti l’artista milanese che vive e lavora in Sicilia (a Ortigia, Siracusa), lo scorso 5 marzo ha inaugurato il nuovo spazio d’arte nella centralissima via Mazzini del comune versiliese, rappresentando uno dei rari spazi d’arte interamente dedicati all’opera di un singolo artista.

Prima di entrare, la storica dell’arte francese si è informata sulla sede della nuova galleria, apprendendo che proprio in quell’edificio poco più di un secolo fa nacque Eugenio Barsanti, inventore del moderno motore a scoppio.

Soffermandosi davanti alle tante opere di Chisesi in esposizione nella galleria, la direttrice Baudet si è interessata alle tecniche dell’artista: in particolare ha voluto saperne di più sull’utilizzo dei manifesti strappati come fondo delle tele, sulle “fusioni” (la tecnica che utilizza dall’innesto di pittura e fotografia), sui matrem (pennellate di colore bianco che rimandano alla natura), rimanendo particolarmente attratta dal fascino ipnotico dei “fuochi d’artificio”, traslazione artistica su tela degli spettacoli pirotecnici con infinite forme e sfumature cromatiche.

E proprio davanti a una delle pitture di Chisesi dedicate ai Fuochi d’artificio Hanna Baudet ha posato per una foto ricordo nella galleria pietrasantina.

Prima di concludere la visita nell’Art Gallery di Andrea Chisesi – grazie al tour culturale organizzato da Veronica Triolo, blogger romana appassionata d’arte, – la direttrice Baudet ha chiesto di conoscere i futuri impegni dell’artista, che il prossimo 18 giugno negli spazi di Palazzo Platamone a Catania inaugurerà la mostra personale “Eterìa”, dedicata alla rilettura in chiave contemporanea del culto delle Sante siciliane – da Sant’Agata a Santa Lucia tanto per citare qualche nome di sante particolarmente venerate in Sicilia – dicendosi incuriosita sia sul legame tra la radicata tradizione popolare e l’arte contemporanea, sia sul risultato finale dell’esposizione.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI