23 C
Comune di Viareggio
venerdì, Giugno 14, 2024

L’immobilismo figlio della paura dell’innovazione? La politica del rinvio non risolve i problemi dell’economia

Riceviamo e pubblichiamo in anteprima l’editoriale del direttore Gianfranco Antognoli che sarà pubblicato sul prossimo numero del mensile di economia e finanza “Leasing Time Magazine”.

Il recente segnale del PIL italiano che, nell’ultimo trimestre, segnala una negatività è frutto sicuramente della produzione industriale che ristagna e la negatività non è compensata pienamente dalle voci pur positive di turismo e servizi. Non pare però probabile una recessione seppur “tecnica”: l’aumento del PIL a fine anno dovrebbe confermarsi infatti
intorno al +1% circa, come da previsione FMI.

- Advertisement -

Gli elementi negativi che pesano sulle vicende economiche internazionali e che incidono
sul nostro Paese sono ben noti (rincari delle materie prime, inflazione, rialzo dei tassi di
interesse, tutti frutti dell’instabilità causata dal conflitto in corso). Ora, il PIL come indicatore dipende dall’iniziativa delle imprese, dalle loro scelte di investimento oltre che dagli sbocchi commerciali della produzione e dalla volontà quindi di affrontare le sfide di mercato. Il mercato globale è non solo sempre più competitivo, ma sempre più difficile per le motivazioni interne ed esterne che caratterizzano lo scenario internazionale.

In questo quadro dove prevalgono più le ombre delle luci si debbono orientare le aziende per creare e cogliere tutte le opportunità che possono presentarsi. Lo spirito imprenditoriale può trovare comunque sempre alimento nella capacità innovativa, nella forza delle idee per credere nello sviluppo pur condizionato dai fattori frenanti della attuale congiuntura.

Fra le positività attese rimane inoltre il capitolo PNRR, per creare soprattutto infrastrutture di qualità che possano contribuire a supportare crescita produttiva e occupazione. Non è certo cosa facile, ma in questo momento occorre allora mettere al servizio dell’impresa tutte le risorse interne disponibili, con l’ottimismo della volontà, con determinazione e coraggio necessari per creare i presupposti di una iniziativa forzante che mobiliti intelligenze ed energie per superare le difficoltà e poter scrivere un futuro concreto di miglioramento.
Gianfranco Antognoli

Related Articles

ULTIMI ARTICOLI