13.7 C
Comune di Viareggio
venerdì, Maggio 24, 2024

Consorzio di bonifica, lavori di messa in sicurezza del bacino del Parmignola e di manutenzione sul fiume Magra

Proseguono gli interventi per garantire la sicurezza idraulica nel Comprensorio del Consorzio di bonifica 1 Toscana Nord. 

Nei giorni scorsi sono partiti, infatti, i lavori di manutenzione lungo il Fiume Magra – alla confluenza con il torrente Taverone – necessari per ripulire le sponde dal legname in eccesso accumulato nell’alveo. I lavori – per un investimento complessivo di oltre 30mila euro – vedranno la ditta aggiudicatrice dell’appalto impegnata anche nel taglio della vegetazione lungo gli argini e nelle “isole” createsi all’interno dell’alveo. 

- Advertisement -

L’obiettivo è quello di migliorare la funzionalità idraulica della principale arteria blu della Lunigiana: gli alberi ad alto fusto presenti nella zona diventano, infatti, un importante ostacolo per lo scorrere dell’acqua e l’accumulo dei detriti in alveo è una delle maggiori criticità che l’ente consortile, ogni anno, si trova a dover risolvere. Il Consorzio, in passato, è intervenuto in via straordinaria anche per il ripristino delle sponde in muratura danneggiate da eventi piovosi eccezionali. 

“In due anni abbiamo incrementato di 200mila euro le risorse per la manutenzione del fiume Magra – ha commentato il presidente del Consorzio, Ismaele Ridolfi – . L’intervento, che sarà terminato a fine mese, è stato programmato da tempo nel nostro piano annuale e sarà ripetuto ogni anno per garantire la massima sicurezza. Un piano tagli – aggiunge – che migliorerà l’andamento del fiume senza alterarne l’ecosistema e darà maggiore sicurezza in caso di future piene. Il nostro ente sta intervenendo anche sulle alberature problematiche perché pericolanti o ammalate e su specie invasive, la cui presenza in alveo ostacola il flusso del Magra. Con questo intervento riapriremo una parte della sezione originaria e il fiume comincerà a tornare a scorrere in modo naturale riducendo i fenomeni localizzati di erosione delle sponde”.

Inoltre partiranno a breve anche i lavori di manutenzione straordinaria di alcuni corsi d’acqua nel Comune di Carrara. L’intervento – per un investimento complessivo di 1 milione e 400mila euro – interesserà il bacino del torrente Parmignola dove la ditta aggiudicatrice dell’appalto, diretta dai tecnici del Consorzio, asporterà parte dei sedimenti di fondo della fossa Maestra e di altri canali, in passato colpiti da importanti eventi alluvionali. Il maxi intervento, finalizzato alla realizzazione di lavori per il miglioramento delle capacità di deflusso dell’ampio bacino idraulico della Fossa Maestra, partirà tra una ventina di giorni.  

Il bacino del torrente Parmignola presenta da tempo diverse criticità: oltre ad avere un alveo molto ristretto, l’area possiede anche una doppia strozzatura idraulica formata da due ponticelli ravvicinati (distanziati di solo una decina di metri) che consentono al torrente di sottopassare l’Aurelia e la ferrovia. A causa di questa strozzatura, i torrenti sono spesso soggetti a straripamenti, in corrispondenza dell’Aurelia, causando inondazioni sia sul lato di Carrara sia su quello di Luni.  

“Si tratta di una zona particolarmente delicata dal punto di vista idraulico – ha commentato il presidente del Consorzio 1 Toscana Nord, Ismaele Ridolfi – Questa porzione del territorio, infatti, da tempo è in sofferenza dal punto di vista idrogeologico a causa degli eventi metereologici che si sono succeduti negli anni; adesso, col finanziamento ottenuto, potremo lavorare sul ripristino di una situazione di maggiore sicurezza e di prevenzione. In questo bacino stiamo per realizzare un intervento davvero significativo, dalla portata direi storica, e continueremo ad occuparcene per garantirne la totale sicurezza”. 

“Si tratta di lavori molto attesi e che, una volta conclusi, avranno un impatto importante su tutta la zona – ha aggiunto la sindaca di Carrara, Serena Arrighi – Con questi interventi il Consorzio di bonifica Toscana Nord garantirà una maggiore sicurezza idrogeologica e come amministrazione comunale siamo pronti a collaborare per quanto di nostra competenza”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI