15.6 C
Comune di Viareggio
venerdì, Settembre 30, 2022

La Fidapa ha compiuto trent’anni. Il ricordo di grandi figure femminili e riflessioni sul cammino delle donne

Celebrati a Villa La Principessa i trent’anni della Fidapa BPW Italy sezione di Lucca in una serata con tanti ospiti e con la partecipazione delle altre sezioni toscane vicine, di Montecatini e della Versilia, oltre a tante autorità e ospiti.

La sezione fu fondata da Maria Pacini Fazzi l’11 aprile 1992, con un nutrito numero di socie, per promuovere lo sviluppo di una cultura tesa alla parità di genere e professionale per le donne che lavorano ne campo delle arti, delle professioni, degli affari. Fin dall’inizio si è collocata nello scenario italiano tra le più importanti sezioni ed è stata sede di iniziative distrettuali e nazionali, sviluppando un’importante attività nel campo degli studi e della convegnistica, nonché delle azioni come movimento di opinione. Ancora più oggi la sezione di Lucca mantiene una posizione di prestigio per il numero di socie e la qualità delle attività fortemente propositive e innovative, tesa alla salvaguardia dei valori e della storia della propria città.

La serata si è aperta con i saluti della presidente Emiliana Martinelli e con un omaggio musicale al Maestro Giacomo Puccini, un concerto per la pace diretto dal Maestro Alberto Veronesi al pianoforte. Ha fatto seguito il convegno “Il cammino delle donne dal voto al nuovo diritto di famiglia alla conquista delle libertà negate”, con interventi di Silvia Giannini, avvocato e socia Fidapa, Margherita Cassano, magistrato e vicepresidente della Corte di Cassazione, e Nadia Verdile, scrittrice e giornalista. Il convegno è stata l’occasione per parlare del processo storico che ha portato il voto alle donne e alla grande rivoluzione del Diritto di Famiglia, varato nel 1975, grazie al contributo significativo di Maria Eletta Martini, illustrato nell’intervento dell’avvocato Giannini.

Il magistrato Margherita Cassano ha affrontato il tema dei diritti delle donne nella storia attuale, luci e ombre di un percorso, parlando di tre principi della costituzione: l’uguaglianza non solo formale, ma sostanziale, il principio di sviluppo della personalità di ciascuno di noi, l’opportunità di crescita ed evoluzione di ciascuna persona. “Percorsi lunghi e tortuosi hanno preceduto e portato a questo riconoscimento – ha sottolineato – . Sono state tante le luci e le ombre del percorso che ha portato alla conquista dei diritti delle donne nella storia, fino all’attualità e ai traguardi che oggi sono stati raggiunti e che prima erano loro preclusi, ma abbiamo maturato davvero una riflessione su come noi vogliamo vivere professioni che prima erano appannaggio soltanto degli uomini? La società si arricchisce ed evolve, secondo me, se è fondata sulla sintesi armoniosa della diversità tra uomo e donna e noi dobbiamo avere l’orgoglio di questa diversità e purtroppo spesso non l’abbiamo”.

Nadia Verdile ha ricordato Maria Pacini Fazzi – che ha dato il via al suo sodalizio con Pacini Fazzi Editore e diretto la collana editoriale “Italiane” – e Maria Eletta Martini, soffermandosi sul dono della sua biblioteca alla città di Lucca, per poi affrontare il tema dell’accesso delle donne nel mondo del lavoro. “Occorre evidenziare – ha concluso Nadia Verdile – come più si sale, più il potere aumenta nel ruolo delle professioni sia pubbliche che private, più diminuisce la presenza delle donne nel ricoprire tali posizioni. Ma se continuiamo a pensare che noi donne per fare carriera abbiamo bisogno degli asili nido, noi questa carriera non la faremo mai. In questo pensiero c’è implicita una convinzione sbagliata, a mio avviso: che la famiglia è un problema delle donne. Scusate, chiedo a tutti voi, ma per fare un figlio o una figlia non dobbiamo essere in due? E poi accade che Samanta Cristoforetti va nello spazio, che è un onore per noi italiani, e le viene fatta la domanda ‘adesso lei come farà con i bambini?’. Ma veramente alla donna che va nello spazio la domanda che si fa è su come farà con i bambini?“.

Al termine dell’evento, la presidente Martinelli ha invitato a partecipare al prossimo incontro che avrà come tema “Innovazione e formazione di impresa… Come si fa” e che si terrà il 5 maggio (per info: fidapalucca@gmail.com – https://www.facebook.com/Fidapa-BPW-sezione-di-Lucca).

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI