15.6 C
Comune di Viareggio
venerdì, Settembre 30, 2022

Festival Puccini, svelato il programma della prossima edizione. Sul palcoscenico spazio a giovani cantanti

Il “68° Festival Puccini” di Torre del Lago, che si svolgerà dal 15 luglio al 27 agosto prossimi, è stato presentato a Firenze sotto il titolo “La meglio gioventù”, visto che il 2022 sarà celebrato in Europa come l’anno – appunto – della gioventù. Per questo saliranno sul palcoscenico del “Gran Teatro Puccini”, per interpretare le opere del Maestro, giovani cantanti che già si sono affermati nei teatri lirici non solo italiani. A prescindere dalle solite “Madama Butterfly”, “Tosca” e “Turandot” quest’anno verrà messa in scena “La rondine” che costituisce un’autentica novità, perché non è mai rientrata nello sfruttato quintetto che – oltre alle tre citate – comprende “La boheme” e “Manon Lescaut”. Cui raramente viene aggiunta una sesta: “La fanciulla del West”, di cui l’ultima recita venne interpretata dalla compianta Daniela Dessì. Relegata con due rappresentazioni a chiusura del Festival, “La rondine” venne composta fra il il 1914 e il 1916 per il Teatro viennese “Carltheater”, ma che a causa della guerra vide la luce nel 1917 a Montecarlo. Ritenuta per molti anni un’opera minore è invece uno spartito leggero di grande impatto musicale, anche se continua ad essere indicata tale perché manca la “solita” eroina che caratterizza le opere del Maestro. In sostanza, pertanto, una stagione estiva di stampo tradizionale e, come al solito, rivolta non tanto a soddisfare i “pucciniani” incalliti, quanto i molti stranieri che in questo 2022 sembra che ritornino a frotte.

Oltre alle quattro opere in programma il 25 e 26 agosto si svolgeranno due giornate internazionali di studio sul tema “Quo vadis opera” condotte dal musicologo Michele Girardi, mentre nell’Auditorium “Enrico Caruso” il 20 luglio verrà eseguita l’opera “Jakob Lenz” di Wolfgang Rihn e il 25 agosto il ”Satyricon” di Bruno Maderna. Infine, assoluta novità del “Festival”, due concerti sinfonici presentati sotto il titolo “Puccini, la Musica e il Mondo” eseguiti il 28 luglio con la direzione del Maestro Enrico Calesso e il 24 agosto con la direzione del Maestro Nil Venditti.

Quest’ultima parte del “Festival” è di sicuro una novità di pretta marca culturale che il direttore artistico Giorgio Battistelli aveva promesso di attuare quando si insediò nella carica. E ciò nell’intendimento di ampliare l’orizzonte piuttosto limitato che la manifestazione aveva sempre avuto fino dall’ esordio di sessantotto anni fa. Senza dubbio un salto di qualità, seppure riservato a studiosi e musicologi e quindi, come ovvio, al di fuori degli interessi del grande pubblico che occupa le scalee del “Gran Teatro” di Torre del Lago.

Il direttore artistico del Festival, Giorgio Battistelli

Ecco comunque il cartellone di quest’anno.

“MADAMA BUTTERFLY”: 15, 30 luglio e 6 agosto.

Maestro concertatore e direttore d’orchestra Alberto Veronesi, regia scene e costumi Manu Lalli, “Cio Cio San” Rachele Stanisci, “Suzuki” Laura Verrecchia, “Pinkerton” Vincenzo Costanzo, “Goro” Francesco Napoleoni e “Shaepless” Alessandro Luongo.

“TOSCA”: (allestimento del Teatro dell’Opera di Roma) 16 e 29 luglio – 13 e 26 agosto.

Maestro direttore e concertatore d’orchestra Enrico Calesso, regia scene e costumi di Pier Luigi Pizzi, “Floria Tosca” Svetlana Aksenova, “Mario Cavaradossi” Ivan Magrì, “Scarpia” Roberto Frontali, “Sacrestano” Giulio Mastrototaro.

“TURANDOT”: 23 luglio e 5, 12 e 20 agosto.

Maestro direttore e concertatore d’orchestra Michele Gamba, regia Daniele Abbado, scenografo Angelo Linzalata, costumista Giovanna Buzzi, coreografo Simona Bucci, “Principessa Turandot” Karine Babayanyan, “Principe Calaf” Theodor  Ilincai, “Imperatore Altoum” Kazuki Yoshida, “Timur” Abramo Rosalen, “Liù” Emanuela Sgarlata, “Ping” Giulio Mastrototaro, “Pang” Didier Pieri e “Pong” Francesco Pittari.

“LA RONDINE”: (allestimento del Maggio Musicale Fiorentino) 19 e 27 agosto.

Maestro direttore e concertatore d’orchestra Robert Trevino, regia scene luci e costumi Denis Krief, “Magda” Jaquelin Wagner, “Lisette”  Mirjam Mesak e “Ruggero” Ivan Ayon Rivas.

Mario Pellegrini

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI