8 C
Comune di Viareggio
martedì, Novembre 29, 2022

In estate 17mila turisti agli Info Point versiliesi, ecco la tipologia di richieste e provenienze. Servizio da potenziare

Chi viene in Versilia? Quali sono le domande più frequenti? Quali sono le informazioni più richieste, come cambiano? Ce lo svelano i dati dei punti IAT (Informazione e Accoglienza Turistica) dell’Ambito Turistico Versilia rilevati nel mese di giugno, luglio e agosto.

Gli Info Point della Versilia registrano complessivamente nel mese di giugno un afflusso di 4307 persone, di cui 2187 turisti italiani e 1490 stranieri, e nel mese di luglio 6320 di cui 4820 italiani e 1500 stranieri. Nel mese di agosto gli ingressi sono stati di 6705, di cui 4840 italiani (72,2%) e 1865 stranieri (27,8%). Indicativamente per il mese di giugno sul totale degli stranieri si sono registrati almeno 412 tedeschi, 153 francesi e 379 inglesi; per luglio almeno 393 tedeschi, 246 francesi e 496 inglesi mentre per agosto si contano 455 tedeschi, 441 inglesi e 313 francesi.

L’Info Point nel centro storico di Pietrasanta

Ma andiamo a vedere alcune percentuali e scoprire qualcosa di più sulle richieste e le provenienze. Si parte da Forte dei Marmi i cui avventori sono stati per il 71% italiani in entrambi i mesi e il restante stranieri divisi tra francesi, tedeschi, americani con presenza anche sin dal mese di giugno di turisti arabi. In agosto Forte dei Marmi ha registrato la presenza italiana al 76,6%.

Si continua con Pietrasanta, dove l’Info Point ha aperto per lavori di rifacimento della piazza il 18 giugno con un afflusso di turisti italiani per il 61,50% a giugno, il 48,60% a luglio 64,4% ad agosto. Gli stranieri sono per la maggior parte tedeschi, seguiti da francesi e americani. Gli addetti segnalano un aumento nell’uso delle piattaforme di prenotazione on line per quanto riguarda le strutture recettive, e un cambiamento nel modo di “fare vacanza”: “Anche chi viene in Versilia per un soggiorno balneare non desidera trascorrere l’intera giornata al mare – raccontano – ma preferisce alternare la spiaggia a visite dei centri storici e dei borghi dell’entroterra, magari con piccole passeggiate in collina o in montagna. Per quanto riguarda le famiglie con figli piccoli e adolescenti, sembrano incrementate le richieste per attività sportive e ludico-ricreative”. A Marina di Pietrasanta i turisti italiani che hanno visitato il punto informazioni sono stati il 75,56% a giugno, l’87% a luglio e il 73,3% ad agosto. I restanti si dividono tra tedeschi per la maggior parte seguiti da americani, francesi e inglesi.

A Viareggio, l’afflusso dei turisti italiani è stato in giugno del 62%, del 60% a luglio e del 65,6% ad agosto; gli stranieri sono stati per lo più inglesi seguiti dai francesi e dai tedeschi- Invece all’Info Point di Lido di Camaiore si registra a giugno un 57% di italiani, a luglio un 69% e i restanti stranieri divisi in proporzione tra Germania, Francia e Inghilterra. Ad agosto la presenza italiana è aumentata, toccando l’84% del totale presenze. Se ci spostiamo nel centro storico di Camaiore abbiamo un 48% di italiani in giugno, un 53% in luglio, un 55,7% ad agosto. I restanti turisti anche qui divisi principalmente tra tedeschi, francesi e inglesi.

Nel complesso possiamo rilevare alcune particolarità e segnalare come a Viareggio poco più della metà degli ingressi stranieri proviene dal Regno Unito (275 su 521 ingressi a giugno, 358 su 626 ingressi a luglio e 230 su 528 ad agosto), mentre Seravezza, Camaiore e Pietrasanta confermano invece il prevalere del turismo tedesco. Pietrasanta centro vede invece un’interessante presenza americana (22 presenze registrate a giugno per l’11,69% degli ingressi, 70 presenze a luglio per il 12,91% degli ingressi e, con una leggera flessione, ad agosto viene registrato il 18,8% di presenze per un totale di 18 persone).

Il sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi (foto tratta dal sito del Comune di Forte dei Marmi)

“L’informazione e l’accoglienza turistica – spiega Bruno Murzi, presidente dell’Ambito Turistico Versilia – sono i compiti principali che la regione Toscana ha affidato agli Ambiti turistici; oltre a tutto ciò che viene prodotto online (dal sito Visitversilia ai profili instagram e facebook), il contatto diretto dei nostri operatori con i turisti è l’elemento fondamentale per svolgere al meglio questi compiti. Trovo molto interessanti diversi aspetti di questa rilevazione sul funzionamento degli uffici di informazione turistica nei mesi estivi: innanzitutto la ‘quantità’ e di contatti che i nostri uffici hanno con i turisti: 17mila persone da giugno ad agosto significa che in piena stagione 200 persone ogni giorno varcano la soglia dei nostri uffici con qualche richiesta da soddisfare: una mole di lavoro enorme, che richiede professionalità, competenza, preparazione”.

“Anche la differenziazione delle provenienze degli ingressi stranieri – prosegue Murzi – , con il Regno Unito molto presente su Viareggio, il turismo tedesco su Seravezza, Camaiore e Pietrasanta, e i paesi dell’Europa centrale (Francia, Belgio, Olanda) su Forte dei Marmi rispecchia la effettiva differenziazione delle offerte turistiche dei diversi Comuni dell’Ambito. Una attenzione particolare merita il fatto che il materiale cartaceo (guide, mappe, elenchi degli eventi) sia sempre molto richiesto: l’Ambito dovrà proseguire nello sforzo, già avviato nel 2020, di produrre materiali a stampa aggiornati, completi e accattivanti, con link ai materiali multimediali e ai contenuti del sito. Infine un ringraziamento a tutte le persone che lavorano negli Uffici di Informazione Turistica: sono loro il punto di riferimento per tutte le persone che ci raggiungono per passare da noi le vacanze, e a loro rivolgo il mio apprezzamento ed il più cordiale augurio di buon lavoro”.

Carlo Alberto Carrai, presidente del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia

“I dati raccolti confermano il bisogno da parte degli ospiti della Versilia di un front Office d’accoglienza che non può essere sostituito dagli strumenti digitali – commenta il presidente del Consorzio di Promozione Turistica della Versilia Carlo Alberto Carrai – . I numeri di Viareggio ci indirizzano anche a consigliare ai Comuni di localizzare gli uffici in luoghi strategici per il territorio, per migliorarne la fruibilità e ampliare i servizi offerti. Il lavoro dell’Ambito Turistico Versilia sta portando i suoi risultati confidiamo nell’implementazione delle competenze dell’Ambito e in una delega formale allo stesso da parte dei comuni per gestione di determinati servizi, come quello dei punti info. Uno stesso operatore, integrato con le realtà del territorio, che gestisse i 6/8 punti informazioni garantirebbe sicuramente un servizio migliore, più completo e coordinato”.

Il punto IAT di Marina di Pietrasanta

Le richieste principali sono legate sempre al materiale cartaceo da consultare: mappe della città o del territorio, guide, elenchi di varia natura, eventi culturali, concerti e mostre.

Al punto IAT di Viareggio le richieste riguardano per lo più il calendario del Teatro Pucciniano e gli spettacoli che vi si svolgono seguite da informazioni di tipo naturalistico e legate alla scoperta dell’area: escursioni, itinerari trekking e hiking, cosa fare/vedere, i borghi che si possono visitare. Una delle richieste trasversale su tutti gli IAT sono le informazioni sui trasporti: autobus, treni, taxi. Domande simili anche per il punto IAT di Lido di Camaiore, dove spesso chi entra chiede anche informazioni riguardo la disponibilità di camere in strutture ricettive.

Identica situazione per il punto IAT di Marina di Pietrasanta, dove si somma anche la curiosità per i calendari dei festival come La Versiliana, Il DAP e Pietrasanta in concerto. Per Camaiore Centro e Pietrasanta Centro la situazione non cambia molto, ma aumenta la curiosità riguardo la Via Francigena (in questi punti è possibile anche reperire il timbro da apporre sulle Credenziali del pellegrino, che è in vendita presso i punti IAT di Camaiore, Lido di Camaiore e Viareggio).

Forte dei Marmi registra l’interesse, rispetto agli altri punti IAT, soprattutto per il proprio territorio amministrativo, per gli eventi fieristici che vi si svolgono (mercato del Forte, mercatino dell’antiquariato, fiera di Sant’Ermete) e per i servizi di ricettività alberghiera ed extra alberghiera. Le persone che si recano presso il punto IAT di Seravezza invece sono interessate prevalentemente all’outdoor (Ente Parco delle Alpi Apuane, sistema Corchia Park, rifugi e sentieri ecc..) e ai servizi di vendita di materiale informativo e souvenir.

Una voce a parte meritano gli accessi che riguardano il servizio di biglietteria Vivaticket, che si svolge nei punti IAT di Viareggio e Lido di Camaiore. Anche durante i mesi estivi, pur in assenza dei grandi eventi sportivi, il servizio viene apprezzato sia dai turisti che dai locali che hanno così modo di prenotare gli eventi dell’estate sia in zona.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI