17.3 C
Comune di Viareggio
giovedì, Ottobre 6, 2022

Liberazione, a Viareggio cinque giorni di eventi. Omaggi a Nieri e Paolini, Didala Ghilarducci, Gramsci. Concerto dei Kinnara e Biciclettata antifascista

Domani iniziano le celebrazioni a Viareggio della Festa della Liberazione, cinque giorni dedicati ai valori della Resistenza, il cui programma è stato coordinato dalla sezione viareggina dell’Anpi.

I primi appuntamenti sono previsti appunto sabato, a cura della stessa Anpi, che aprirà la campagna di tesseramento per l’anno 2022 con due iniziative: la mattina dalle 10 alle 12, al bar “Così com’è“, ritrovo degli antifascisti durante la dittatura, e al pomeriggio, dalle 16.30 alle 19, in via San Martino, nella zona del mercato di piazza Cavour. Domenica 24 le celebrazioni fanno tappa invece al circolo Cro Darsene in via Coppino, dove alle ore 21 le associazioni Arci, Anpi e Libera organizzano la conferenza “Basta mafie, basta fasci, vogliamo pace e lavoro”, cui seguirà il concerto dei Kinnara.

Intenso il programma delle iniziative di lunedì, 25 aprile. Innanzitutto sono previste due cerimonie ai monumenti in memoria dei Caduti con la deposizione di corone: alle 9 a Torre del Lago e alle 9.30 in piazza Garibaldi a Viareggio. Alle 10.30 le celebrazioni si spostano in Largo Risorgimento dove sarà deposta una corona al Monumento alla Resistenza e alla Pace; seguiranno gli interventi del sindaco Giorgio Del Ghingaro e del presidente dell’Anpi Viareggio Luca Coccoli, mentre l’orazione storica sarà tenuto dal professor Stefano Bucciarelli dell’Istituto Storico della Resistenza.

Sempre al mattino, omaggio a Pietro Nieri ed Enrico Paolini, le prime vittime del fascismo in città. La Lega dei Maestri d’Ascia e Calafati e la Hop Frog Tv Coop, che stanno curando le celebrazioni del centenario della loro uccisione, hanno deciso infatti di deporre un fiore, il “Fiore del Partigiano”, prima sulle tombe di Nieri e di Paolini e poi al Famedio dove riposano i partigiani uccisi dai nazifascisti durante la Resistenza. “Un fiore che congiunge idealmente e storicamente, in questo Centenario, le lotte dei primi due decenni del Novecento con la guerra di Resistenza italiana del 1944/1945 per la cacciata e la sconfitta dei nazifascisti – si legge sul sito dedicato al centenario – . La delegazione che compirà questo semplice ma profondo tributo a Nieri e Paolini e ai partigiani lo farà in un periodo di venti di guerra orribili. Un fiore che vuole essere un tributo ai due martiri ma, al contempo, un tributo alla nostra Carta Costituzionale, nata dalla Resistenza che ripudia la guerra e vieta il commercio (o il regalo) di armi a paesi belligeranti. Una carta costituzionale fondata sul valore dell’Antifascismo. Nieri e Paolini, comunista il primo e anarchico il secondo, avevano lottato contro l’ingresso dell’Italia nell’inutile strage della Prima guerra mondiale dove generazioni di giovani, in particolare contadini, operai e marinai erano state decimate in difesa degli enormi interessi industriali e nazionalistici”.  L’appuntamento è per le ore 9,30 all’entrata del cimitero comunale di Viareggio; da qui i partecipanti si dirigeranno alla Galleria San Pietro dove riposano Pietro Nieri e Enrico Paolini per rendere loro omaggio alle ore 10.

Alle 12.30, sempre in Largo Risorgimento, è previsto l’arrivo della “Biciclettata antifascista” promossa da Anpi e Viareggio Meticcia, che sarà accompagnata dalla bandiera della pace realizzata dalla Crea. “Riteniamo importante riportare una partecipazione popolare nelle strade della città per la giornata del 25 aprile – affermano gli organizzatori – , facendo conoscere storie e luoghi dell’antifascismo viareggino. Vogliamo ricordare i partigiani di ieri e l’importanza di esserlo ancora oggi, contro il neofascismo e contro le politiche razziste e sessiste”. Il programma dell’iniziativa prevede alle 10 la “colazione antifascista” al Cro Darsene, che sarà offerta a tutti coloro che si presenteranno in bicicletta con una bandiera rossa senza simboli di partito; comunque, gli organizzatori ne metteranno a disposizione alcune ad offerta libera. La partenza della “Staffetta Partigiana” è fissata alle 11 e il corteo farà tappa in alcuni luoghi significativi per la Resistenza viareggina, “mantenendo viva la memoria dei partigiani di ieri attraverso gli antifascisti di oggi”.

Martedì 26 doppio omaggio alla memoria di Didala Ghilarducci, partigiana per amore: per le 11 è fissata l’intitolazione a lei del giardino della scuola Grillo Parlante al Varignano, mentre alle 16,30 la sua figura sarà ricordata in biblioteca comunale con interventi e la proiezione di una video intervista. Le celebrazioni terminano mercoledì 27 alle 10,30 con un omaggio ad Antonio Gramsci nell’anniversario della sua morte in carcere; il ricordo si terrà, insieme al circolo “Partigiani Sempre”, presso la stele di via Marco Polo 2 che lo ricorda.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI