20.9 C
Comune di Viareggio
giovedì, Settembre 29, 2022

Un bagnino ogni 70 metri di spiaggia. Emanata dalla Capitaneria la nuova ordinanza di sicurezza balneare. Molte le novità

La Capitaneria di Porto di Viareggio ha presentato lo schema della nuova ordinanza di sicurezza balneare del Compartimento marittimo versiliese, che include i litorali, e le acque prospicienti, dei comuni di Viareggio, Camaiore, Pietrasanta e Forte dei Marmi.

“Obiettivo del nuovo provvedimento – si legge in una nota – è quello di incrementare, durante la prossima stagione estiva, il gradiente di sicurezza sulle spiagge libere e presso le strutture balneari, in favore dei bagnanti e di coloro che esercitano attività nautiche o ludico balneari. Il percorso amministrativo che ha portato alla redazione della nuova ordinanza è stato avviato nel mese di gennaio 2022 ed ha visto il coinvolgimento attivo dei Comuni rivieraschi, dei concessionari di stabilimenti balneari, delle associazioni autorizzate alla formazione professionale dei bagnini di salvataggio/assistenti bagnanti nonché delle principali associazioni sportive acquatiche operanti in Versilia (surf e windsurf)”.

Il Comandante Alessandro Russo ha definito la nuova ordinanza come un dispositivo di “sicurezza attrattiva e fattore di competizione positivo per tutto il litorale versiliese; è uno strumento che si pone al servizio del cittadino per garantire la sicurezza degli usi pubblici del mare, sia per diletto che per lavoro, in un periodo intenso come quello estivo. Le modifiche introdotte, infatti, sono state partecipate e condivise in anticipo con tutti i principali attori del settore e con le amministrazioni comunali. Per raggiungere il prima possibile tali obiettivi, provvederemo ad avviare un’opera di informazione e formazione preventiva e capillare della nuova ordinanza presso tutte le strutture balneari, avvalendoci anche della collaborazione dei consorzi dei balneari”.

Queste le principali novità contenute nel provvedimento:
⦁ ogni assistente bagnanti è responsabile della vigilanza di una fascia di specchio acqueo corrispondente ad un fronte mare non superiore a 70 mt (in precedenza era 80 metri);
⦁ i concessionari di stabilimenti balneari possano consorziarsi sino ad un massimo di quattro esercenti per offrire il servizio di salvataggio in forma associata e con un solo bagnino per turno, purché il fronte mare complessivo non risulti superiore a 70 metri, con facoltà dell’Autorità marittima di valutare deroghe in casi eccezionali, adeguatamente motivati;
⦁ facoltà di postazione di salvamento rialzata di almeno due metri (obbligatoria, rialzata dal 2023), centrale rispetto ai bagni in consorzio, completa di tutte le dotazioni previste e del pennone,
⦁ per gli stabilimenti balneari singoli, più grandi – con fronte mare pari o superiore a 70 metri – dovrà essere posizionata una postazione di salvamento costituita da una stabile piattaforma di osservazione sopraelevata dalla spiaggia;
⦁ indicazione numerica e cartellonistica di emergenza di tutti gli stabilimenti balneari, con orientamento univoco per tutti i Comuni della Versilia, da Sud a Nord;
⦁ tutti i bagnini / assistenti devono essere in adeguata forma psicofisica e, prima dell’inizio della stagione balneare, devono essere in possesso di corso BLSD;
⦁ un articolo è stato dedicato alla corretta segnalazione di buche, canalette ed altri pericoli isolati;
⦁ utilizzo di unità cinofile. Un articolo è stato dedicato, specificatamente, alla possibilità di utilizzare anche unità cinofile in supporto ai presidi di salvamento;
⦁ disposizioni per piscine e vasche: si è ritenuto opportuno richiamare nell’ordinanza balneare le principali disposizioni (in primis Regolamento Regione Toscana n. 54/R15 del 2015), di interesse, afferenti la sicurezza in tali ambiti, anche alla luce degli incidenti occorsi negli ultimi anni;
⦁ ausili per persone con difficoltà motorie. È stato previsto l’obbligo di una sedia tipo “Job” per permettere la balneazione con persone con severe disabilità;
⦁ è stato inserito l’obbligo di disporre di DAE con piastre (o cerotti) sia per adulti che per bambini;
⦁ per l’esercizio delle attività di surf, body board, S.U.P. e similari, è obbligatorio, prima dell’inizio di detta attività, aver indossato il laccio di sicurezza (leash).

Il Comando della Guardia Costiera di Viareggio ricorda che, in caso di emergenze a mare, il Numero Blu da comporre è il 1530 sia da utenza fissa che cellulare, attivo h 24 per garantire interventi immediati a tutela della salvaguardia della vita umana in mare e, via radio, il canale VHF 16.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI