3.5 C
Comune di Viareggio
sabato, Gennaio 28, 2023

Al via i giovedì della WSE Champions League: Forte e Trissino affrontano Barça e Porto. Sabato la WSE Cup

Il giovedì sarà, da ora in poi, il giorno della WSE Champions League di hockey su pista. Un giorno infrasettimanale accoglierà per la prima volta nella storia le partite europee, come già tutti gli sport professionisti e semiprofessionisti, stanno affrontano da diversi anni. E dopo tre anni, da quella fatidica stagione 2019-2020 che alla fine è stata la fine di un’era per il nostro sport, si ricomincia.

Il covid ha concluso un’era, per poi riprendere solo con i “big club” in una Final eight che era l’anno zero, appunto della ripartenza. Ed il 2021-2022 con l’addio all’ex Eurolega a settembre da parte dei “big club”, per una formula disattesa secondo le loro richieste. L’Eurolega non ha tradito le attese, anzi ha fatto vedere un livello sostanzialmente equilibrato dove a primeggiare è stato il Trissino nella Final Four di Torres Vedras 2022. Intanto il nuovo comitato europeo in estate ha cambiato la denominazione della massima competizione europea, da Eurolega a WSE Champions League, ritornando alle origini ma mantenendo la solita formula, cioè quattro gironi da quattro squadre. Alle spalle, un altro ritorno alle origini, cioè la qualificazione che se ad inizio anni 2000 era una qualificazione di andata e ritorno, questa volta si è optato per una doppia qualificazione a concentramento che ha spremuto e diviso le squadre europee nelle due classiche competizioni europee.

- Advertisement -

Alla penultima fase prima della Final Eight, dove parteciperanno le prime due di ogni girone, saranno impegnate quattro squadre italiane, altre quattro, invece, saranno impegnate nella WSE Cup. Nel girone B sono due le italiane presenti, i Campioni d’Italia e d’Europa del Trissino, la Gamma Innovation Sarzana, i portoghesi del Porto e i catalani del Noia. Nel Girone C altre due italiane a contendersi uno dei posti per la finalissima, il Barça e i vicecampioni d’europa e vincitori della Continental Cup Valongo. Gli altri due gironi: Girone A con Benfica, Liceo, Calafell e Oliveirense, D con Barcelos, Saint Omer, Sporting e Reus.

Due gironi particolarmente ostici per le italiane ma in entrambi i gironi l’Italia ha il 50% delle chance di partecipare alla Final Eight. Ci saranno quindi quattro derby e saranno sicuramente decisivi per un posto al sole nel girone. Si giocherà ogni due settimane dal prossimo giovedì al 13 aprile, quest’ultima giornata posticipata di una settimana a causa dell’Europeo Under 23 a Paredes nella settimana pasquale (Final Eight come sempre a metà maggio).

Ogni partita sarà una finale per le italiane che vogliono rientrare nella “top eight europea” per confermare la doppietta dello scorso anno, Trissino e Sarzana, nella Final Four di Eurolega. E la prima giornata è già subito una finale per tutte e quattro. Si inizierà alle ore 19:30, dove al PalauBlaugrana, la GDS Impianti Versilia Hockey Forte affronterà il Barcellona. Un intreccio di destini importanti per i versiliesi a partire da Marc Gual che ha lasciato la dirigenza del team di hockey blaugrana per rimettere i pattini col Forte, dopo una lunghissima militanza con grandi successi, per poi passare all’avversario di sempre, Pedro Gil, e ad un catalano verace come uno dei migliori giocatori del campionato italiano, Torner. Un Barcellona che vuole ritrovare almeno la finale, dopo l’abbuffata portoghese nelle ultime quattro stagioni e ci prova con una squadra giovane capitana da Pau Bargallo (25 gol in Ok Liga), passando per il bomber portoghese Rodrigues (21 gol), alla stella Helder Nunes (10 gol) e la velocità di Alabart (9 gol). Panchina lunghissima, col bomber Grau, la diga Panadero e i giovani Llorca e Joan Pascual mentre i pali primeggiano Sergi Fernandez e Carles Grau, tra i migliori del mondo. Come sempre dominatori in patria con sette punti dal detentore del titolo il Liceo.

Non è diversa la sfida che dovrà affrontare il Trissino in casa del Porto (ore 20:00 portoghese, 21 italiane). Un’altra squadra che vuole candidarsi al titolo, dove è in battaglia per il primo posto ma è solo terza a due punti dal Benfica ma reduce dalla sconfitta domenica alla Dragao contro lo Sporting. Il congiunto di Ares annovera un altro squadrone: Telmo Pinto, Barroso, Di Benedetto ed il bomber di tutto Gonçalo Alves, nonchè giocatori come Rafa Costa, Mena, Pujadas, mentre tra i pal Malian.

L’avversario del Sarzana è il Noia (al PalaTerzi via alle ore 21), già incontrato da Forte e Follonica nel turno di qualificazione, dove primeggia il 43enne Jordi Bargallo, ma dove una squadra operaia, seguita da Pere Varias ed in pista con due capisaldi, le due conoscenze italiche come Xavi Costa e Mitjans e tanti giovani giocatori che si stanno facendo notare, come Gabarrò e Kyllian Gil.

Al PalaCastellotti arriva il Valongo, già incontrato dal Lodi in Germania nel turno di qualificazione, dove i portoghesi di Edo Bosch erano riusciti a vincere per 2-1 (inizio ore 21:00). Un team praticamente già promesso ai “big club” la prossima stagione, ma in questa sta già dimostrando di valere le prime cinque nazionali, con una difesa granitica del giovane portiere Edo, Francisco Silva, Nuno Santos e Navarro e tanti giovani che, dopo essere stati in nazionale giovanile, vogliono entrare nei massimi vertici nazionali, come Bessa, Ramos, Abreu e l’argentino Bridge.

Quattro sfidanti tostissime che le quattro italiane dovranno affrontare con la massima prudenza per guadagnare punti sin dalla prima uscita. Trissino e Forte hanno dimostrato sabato di essere le due possibili antagoniste per una finale Scudetto, ma alle loro spalle proprio il Lodi può essere una delle serie candidate, mentre per il Sarzana può essere una sfidante di primo spessore anche se è la meno profonda in fatto di roster. 

Sabato partirà la prima gara di andata della WSE Cup, la seconda manifestazione, che da alcuni anni non cambia di nome e rimane con la stessa formula di scontri diretti. L’Italia parte in pole position per la conquista della coppa, come un anno fa quando arrivarono in semifinale Follonica e Valdagno. Ottavi e Quarti a doppia partita e poi Final Four. Tutto l’interesse sarà sul derby italiano tra Edilfox Grosseto e Ubroker Bassano, due squadre in buona forma e che si giocheranno un posto degli otto per i Quarti (Pista Marri ore 20:45). Il vantaggio ce l’ha la squadra di Viterbo che giocherà sabato 11 febbraio il ritorno al PalaUbroker ma il Grosseto ha già dimostrato di potersela giocare in ogni pista, anche se nelle ultime uscite è mancata quella solidità difensiva che gli addetti ai lavori avevano individuato come fondamentale per stare in alto in classifica. Il Galileo Follonica, finalista lo scorso anno, ci riprova contro i discreti tedeschi del Remscheid. Fondamentale la prima gara al Capannino (Capanmnino inizio ore 21:00) per poi gestire il vantaggio nella fredda Germania. Ben più probante lo scontro che vede la Why Sport Valdagno (ore 20 locali) che deve affrontare un “abituè” della WSE Cup, il Lleida già vincitore di tre volte della competizione. Un team che ha battuto il Vercelli per 5-2 e può contare in un congiunto di giocatori dalla lunga militanza nel campionato spagnolo e le due conoscenze italiane sono Paiva ex Montebello e Jepi Selva. In campionato è settimo e si gioca i playoff proprio come i vicentini, che comunque nel turno di qualificazione è stata vicinissima ai grandi club portoghesi. 

La squadra vicentina può anche annoverare la squadra femminile in WSE Champions League Women che prende la formula maschile degli anni scorsi, con i gironi e quindi le prime otto si giocheranno la final four tramite un’andata e ritorno dei 
Quarti di finale. Il Valdagno ha subìto due sconfitte contro Gijon (9-0) e Coutras (3-2) sulle quattro gare in programma. Per superare il turno dovrà a questo punto vincere una delle due gare che mancano, cioè la partita al Palalido (18 marzo) ma soprattutto la gara di ritorno in Francia contro il Coutras (4 marzo). Una manifestazione che è dominata dalle spagnole e dove il Benfica cercherà di arrivare ad una finale che manca da cinque anni. 

Tutte le gare di WSE Champions League e WSE Cup sono in diretta su http://europe.worldskate.tv mentre i risultati in diretta si possono trovare su http://wse.sidgad.com

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

ULTIMI ARTICOLI