17.3 C
Comune di Viareggio
mercoledì, Ottobre 5, 2022

Lotta alle barriere architettoniche: parte un monitoraggio a Seravezza con gli studenti dell’Istituto Marconi

Rendere il comune di Seravezza e le sue strutture sempre più liberi dalle barriere architettoniche per una piena fruizione da parte di tutti i cittadini. È con questo obiettivo che l’amministrazione comunale ha aderito al progetto “Senzabarriere.app” dell’Associazione “Lucca senza barriere”, presentato questa mattina in una conferenza stampa a Palazzo Mediceo, alla presenza degli assessori Vanessa BertonelliValentina Mozzoni Stefano Pellegrini, della consigliera comunale con delega al commercio Laura Lencioni, del professor Federico Sebastiani dell’ISI Marconi e del presidente dell’associazione lucchese Domenico Passalacqua.

Da lunedì prossimo, ventotto studenti dell’ISI Marconi di Seravezza, assieme ai volontari dell’associazione promotrice, avvieranno sopralluoghi sul territorio comunale, per una mappatura dello stato degli edifici pubblici, rilevando eventuali criticità in merito all’accesso di persone con disabilità ma anche di genitori con passeggini. Al vaglio del gruppo di lavoro saranno Palazzo Mediceo, il Museo del lavoro e delle tradizioni popolari della Versilia storica, la Biblioteca “Sirio Giannini”, le Scuderie Granducali, il palazzetto ASL di Querceta che ospita gli uffici comunali.

Ma non solo, infatti sono stati invitati ad aderire al progetto anche i commercianti che, liberamente, potranno sottoporre il proprio negozio all’attenzione di questi rilevatori di barriere che forniranno agli esercenti consigli utili su come rendere maggiormente fruibili i loro spazi di vendita.

I commercianti interessati potranno dare la loro adesione attraverso il gruppo WhatsApp dedicato al commercio, contattando l’amministrazione comunale o l’associazione promotrice: 338 8980749, luccasenzabarriere@gmail.comwww.luccasenzabarriere.org.

“Un progetto al quale abbiamo deciso di aderire ritenendolo molto importante per un approfondimento su questa problematica – ha spiegato l’assessora alla cultura Vanessa Bertonelli – in quanto potremo trarne utili indicazioni per rendere il nostro comune e le sue strutture sempre più accessibili. Desidero ringraziare l’istituto Marconi e i suoi studenti che hanno aderito a questa iniziativa che rientra nell’alternanza scuola-lavoro”.

Un’operazione che vede il pieno sostegno dell’assessore al sociale Stefano Pellegrini e all’inclusione sociale Valentina Mozzoni la quale ha sottolineato la necessità di una inclusione che dia a tutti le stesse opportunità, attraverso politiche che non facciano avvertire diversità tra i cittadini.

Soddisfazione per il progetto è stata espressa anche dal professor Federico Sebastiani dell’ISI Marconi e dal presidente di Lucca senza barriere che ha rimarcato la collaborazione di Comune e Istituto professionale: “Siamo felici – ha commentato il presidente Passalacqua – di approdare anche a Seravezza . Promuovere l’accessibilità ai luoghi pubblici è un impegno che portiamo avanti con convinzione grazie soprattutto al sostegno e all’aiuto delle amministrazioni che ci accolgono. Con la nostra app, scaricabile gratuitamente per Android e IOS, forniamo informazioni utili e sempre aggiornate”.

Intanto l’amministrazione seravezzina sta provvedendo a una ricognizione delle criticità su tutto il territorio, anche per programmare la copertura economica dei primi interventi. “È in corso un approfondimento con l’ufficio lavori pubblici – spiega Marco Pellegrini, presidente del consiglio comunale con delega alle barriere architettoniche – per individuare le criticità in ogni zona. Una ricognizione che è partita da Seravezza e che, grazie al lavoro svolto dai delegati alla montagna Alessandra Graziani e Sebastiano Verona, sta procedendo in tutti i paesi. L’obiettivo è di stilare un primo programma di interventi che andranno a interessare l’accessibilità di marciapiedi e la sistemazione di paletti che impediscono un accesso libero a portatori di handicap, ovvero opere che rientrano nella piena competenza del Comune”.

Più complessa la situazione laddove si tratti di interventi che vedono la competenza anche di altri enti, come ad esempio nel caso dell’illuminazione pubblica, o di criticità strutturali che richiedono interventi ben più complessi per i quali si guarda alle opportunità offerte dai fondi messi a disposizione dal PNRR.

Un ambito, quello della piena fruibilità del territorio, al quale l’amministrazione comunale sta rivolgendo grande attenzione, tanto che da tempo ha inserito la voce “barriere architettoniche” nel modulo per la segnalazione dei guasti, a disposizione della cittadinanza, accessibile dalla homepage del sito istituzionale.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI