14.6 C
Comune di Viareggio
mercoledì, Aprile 17, 2024

Per Sanlorenzo un 2023 da record. Approvati il bilancio e la Guidance 2024. Perotti: “La crescita prosegue”

Il Consiglio di Amministrazione di Sanlorenzo S.p.A., che si è riunito nei giorni scorsi sotto la presidenza del Cav. Massimo Perotti, ha esaminato e approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio di esercizio al 31 dicembre 2023 e la Guidance 2024.

Questi in sintesi i risultati consolidati per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2023:

- Advertisement -
  • Ricavi netti dalla vendita di nuovi yacht (“Ricavi Netti Nuovo”) confermati a 840,2 milioni di Euro+13,4% rispetto al 2022
  • EBITDA confermato a 157,5 milioni di Euro+21,5% rispetto al 2022, margine sui Ricavi Netti Nuovo pari al 18,7%, +120 basis point; l’espansione della marginalità riflette il posizionamento unico del brand sul mercato e la forte desiderabilità del prodotto che si mantiene elevata in relazione alla scarcity dell’offerta, tipica del modello di business “Maison Sanlorenzo”
  • EBIT a 125,9 milioni di Euro, +22,5% rispetto al 2022, margine sui Ricavi Netti Nuovo pari al 15,0%, +110 basis point, e superiore al 16% in Q3 e Q4 che riflette un attivo fisso ottimizzato in relazione al reddito operativo generato, nonostante i continui investimenti a sostegno della crescita
  • Risultato netto di Gruppo pari a 92,8 milioni di Euro, +25,2% rispetto al 2022, superiore anche al massimo della forchetta di Guidance 2023 (86-89 milioni di Euro), grazie ad una gestione sempre più ottimizzata della tesoreria. Margine sui Ricavi Netti Nuovo pari all’11,1%, +110 basis point
  • Investimenti netti organici confermati per 44,5 milioni di Euro, con un incidenza del 5,3% sui Ricavi Netti Nuovo, di cui il 90% relativo all’espansione della capacità industriale e allo sviluppo di nuovi modelli e nuove gamme di prodotto
  • Posizione finanziaria netta di cassa confermata a 140,5 milioni di Euro al 31 dicembre 2023. Forte generazione netta di cassa pari a 40,2 milioni di Euro, al netto del pagamento di dividendi per 22,9 milioni di Euro, dello share buy-back per 3,3 milioni di Euro, degli investimenti netti organici per 44,5 milioni di Euro, nonché dell’impatto sulla PFN del consolidamento di Duerre e Sea Energy per 11,3 milioni di Euro. Pertanto, la PFN di cassa, a parità di perimetro, ammonterebbe a 151,8 milioni di Euro
  • Backlog netto pari a 1.041,7 milioni di Euro al 31 dicembre 2023, per il 90% venduto a clienti finali, di cui 587,1 milioni di Euro riferiti al 2024 e 454,6 milioni di Euro per gli esercizi successivi, continuando ad assicurare un elevato livello di visibilità su un ampio orizzonte temporale

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre:

  • Proposto un dividendo di 1,0 Euro per azione, pari a circa il 38% del Risultato netto di Gruppo, +52% del dividendo per azione 2022
  • Presentato la Guidance 2024, con un tasso di crescita sostenibile dei principali indicatori finanziari
  • Approvato la Dichiarazione Consolidata Non Finanziaria 2023, quarto esercizio di rendicontazione strutturata sulle tematiche ambientali, sociali e di governance

“Il 2023 conferma la sostanza della nostra realtà – ha commentato Massimo Perotti, Presidente e Chief Executive Officer della Società – . icona del Made in Italy che incarna il ‘bello su misura’ di altissima gamma, coniugandolo con le capacità ingegneristiche e le competenze tecnologiche più avanzate. Una perla rara, che trova riscontro nella qualità dei numeri che anche in questa occasione sono orgoglioso di presentare”.

“La Guidance per il 2024 che ci assicura una crescita organica armoniosa e profittevole per i prossimi anni – ha proseguito Perotti – . Al contempo, sappiamo cogliere le opportunità di crescita per linee esterne, come dimostra il recente closing di Simpson Marine. Tale operazione dimostra la nostra capacità di execution della strategia di distribuzione diretta a livello internazionale, rappresentata già nella presentazione dell’ultimo Business Plan. Con Simpson Marine si aggiunge un ulteriore tassello alla nostra rete diretta, che spazia dalle Americhe all’estremo oriente, che sarà al centro di un’offerta cross-border di una vasta gamma di servizi strategici e remunerativi come il charter, il refit, l’intermediazione di superyacht e lo yacht concierge. Si può intuire facilmente il potenziale di questo filone di business, oggi espresso solo in minima parte”.

“La nostra solidità patrimoniale – ha concluso il presidente di Sanlorenzo – e la capacità di generare cassa operativa su base costante ci permettono di remunerare i nostri Azionisti con un’importante crescita del dividendo, e di cogliere al contempo le opportunità di acquisizione che si presentano sul mercato, mantenendo un profilo finanziario robusto ed equilibrato”.

Related Articles

ULTIMI ARTICOLI