16.7 C
Comune di Viareggio
venerdì, Settembre 30, 2022

Apre una retrospettiva dedicata al pittore viareggino Giuseppe Lippi

Il “Caffè Così Com’è” di Viareggio ospiterà dal 14 al 26 maggio una retrospettiva dedicata al pittore Giuseppe Lippi. La mostra è curata dal critico d’arte Lodovico Gierut che la presenterà in occasione dell’apertura, alle ore 17 di sabato 14 maggio.

“Intenso, in Giuseppe Lippi, è il passaggio da una iniziale pittura e un disegnare legato al figurativo, ad una fase da molti definita ‘astratta’ – scrive Gierut – ma densa di simbologie durata per tutta la sua esistenza, salvo una parte di uno specifico periodo, sempre connesso ad una propria ricerca (mi riferisco al 2020, e agli ultimi mesi di vita del 2021) dedicata al collage in cui, sono le testuali parole che mi scrisse su un piccolo foglio di carta: ‘… dove niente è reale e tutto si concentra sulla contemporaneità…’. Gli oggetti, la figura umana, gli stessi paesaggi sono i soggetti della sua quotidianità che pulsano grazie ad una sorta di unione tra allusione e rappresentazione, cioè con una stilizzazione estetica di gran contenuto, ben comprensibile pure in quei cicli tematici potenti e forti nella conduzione di cromatismi soprattutto neri e grigi, tipo quelli dedicati alle cave delle Alpi Apuane, all’interpretazione delle opere di Michelangelo Buonarroti e di Giacomo Puccini, così com altre sue tematiche, risolte con autonomia creativa, legate alla ‘sua’ Viareggio, ricche di segni e segnali e coloriture, non cessano di dare a me e ad altri rinnovate sensazioni. E giusto, tra i temi che ha trattato, ricordare  anche quello connesso all’Inferno di Dante Alighieri. Come ha scritto anni fa la mia Marta, ‘… l’artista se ne va ma rimane la sua arte’, significativa frase dedicata a tutti gli artisti del passato e oggi ovviamente pure a Giuseppe Lippi che ha lasciato un indelebile segno dal punto di vista umano e artistico”.

“La foresta inquieta” di Giuseppe Lippi

Giuseppe Lippi è nato a Viareggio nel 1948, dove è scomparso nel 2021. Ha frequentato la facoltà di Architettura a Firenze, iniziando l’attività pittorica nel 1975 e partecipando a rassegne soprattutto in Italia. E’ conosciuto anche come scultore. Tra le collettive (molte delle quali arricchite da cataloghi soprattutto cartacei conservati pure nelle massime Biblioteche italiane, così come in altre negli Usa e in nazioni europee) citandone solo alcune tra le tante, si rammentano “Figurazioni e Trasgressioni” e “Paesaggi del non luogo”, Volterra; “Leonardesca”, Sillico di Pieve Fosciana; “Colori Nuovi sulle Antiche Carte di Pescia”, Pescia; “Conosci la terra dove fioriscono i limoni?”, Calcinaia; “Presenze Artistiche ad Azzano”, Azzano di Seravezza; “Astrattismo a Viareggio dal dopoguerra ad oggi nel panorama dell’arte italiana” e “Lo Studio e l’Opera”, Viareggio; “Versilia”, Firenze; “Il Comprensorio dell’Altissimo”, Cardoso di Stazzema; “Cave Apuane. Da Cardoso ad Arni di Stazzema, dall’Altissimo a Seravezza, a Massa e a Carrara”, Cardoso di Stazzema; “ARNo. Arte per la Ricerca”, Forte dei Marmi-Viareggio; “Giacomo Puccini, la Musica e il Lago” e “Omaggio a Giacomo Puccini. Vissi d’Arte, vissi d’Amore”; “Arte e Musica. Omaggio a Giacomo Puccini. Vissi d’Arte, vissi d’Amore”, Sillico di Pieve Fosciana; “Omaggio alla Madonna del Sole”, Pietrasanta; “Arte e Cinema”, Pietrasanta; “Arte al Plurale X Edizione. Astratto”, Sillico di Pieve Fosciana; “Michelangelo Buonarroti e Leonardo da Vinci. Un anniversario per due”; “Versiliana ieri e oggi”, Marina di Pietrasanta; “Rotazioni d’Arte”, Pietrasanta. Collocato in collezioni private e pubbliche di livello in Italia e all’estero, nonché in Archivi specializzati, sono numerose le personali che ha tenuto, tra le quali se ne ricordano simbolicamente due, a Viareggio – Galleria Mercurio Arte Contemporanea, e a Pisa – Galleria Pisanello. Ha ottenuto riconoscimenti a Venezia, Arona, Massarosa, Livorno, Fucecchio, Pietrasanta, Ponte Ronca ed alcune sue opere sono state utilizzate come scenografie, a partire dal 2020, dalla Compagnia de “I TrovaTTori”. Il suo curriculum vitae è vasto anche per citazioni e riferimenti vari in periodici e pubblicazioni specializzate, tra cui il Catalogo dell’Arte Moderna n°56 (Editoriale Giorgio Mondadori 2020).

Il “Caffè Così Com’è” è in via Machiavelli 97 a Viareggio. La mostra è visitabile (ingresso libero) negli orari di apertura:  tutti i giorni dalle 7 alle 20; chiuso la domenica pomeriggio e il lunedì. L’organizzazione è dei titolari del Caffè, col patrocinio del Comitato Archivio artistico-documentario Gierut. Durante l’intera retrospettiva sono a disposizione gratuita documentazioni inerenti l’attività pittorica di Giuseppe Lippi. Info: caffecosicome@gmail.com oppure lodovico@gierut.it

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI