21.7 C
Comune di Viareggio
giovedì, Settembre 29, 2022

Nicola Bombacci dal socialismo massimalista alla Repubblica di Salò: riflettori su un personaggio controverso

Venerdì 8 aprile alle ore 17 alla Piccola Galleria Engel in piazza Campioni a Viareggio, per il ciclo “Incontri in Galleria”, è in programma la presentazione di due libri su Nicola Bombacci. Fabrizio Vincenti (giornalista e scrittore lucchese) è l’autore di “A sognare la repubblica” ed ha curato la prefazione di “Nicola Bombacci”; dialoga con lui l’editore Alessandro Amorese.

Il giornalista e scrittore Fabrizio Vincenti

Bombacci è un personaggio poco conosciuto, se non per gli appassionati di storia del ‘900. Così lo descrive Marcello Veneziani nella prefazione del libro: “Nicolino Bombacci fu eletto nel 1919 alla guida del Partito Socialista. Era il capo dei massimalisti, somigliava non solo fisicamente a Che Guevara e ricordava Garibaldi. Era un puro e un confusionario; rappresentava, per dirla con De Felice, il comunismo-movimento, rispetto a chi poi si arroccò nel comunismo-regime. Finì col rappresentare il fascismo socialrivoluzionario. “A sognare la repubblica” si occupa in particolare, con dovizia di fonti e di particolari, del ruolo di Bombacci nella Repubblica Sociale a Salò, ne ricostruisce i nessi e la storia, le sue relazioni con Mussolini. E restituisce un personaggio controverso ma cruciale, rimasto a lungo nella penombra perché imbarazzante quasi per tutti, fascisti, antifascisti e comunisti. Bombacci fu una figura leggendaria,un personaggio che meriterebbe un film, una fiction televisiva, una narrazione popolare perché racchiude nella sua esperienza le due principali rivoluzioni del novecento che si incrociarono nel sangue dopo la prima guerra mondiale e poi negli ultimi due anni della seconda”.

Questo appuntamento è inserito nella mostra “Quadri di Famiglia”, una raccolta di opere provenienti dalle collezioni familiari con quadri firmati da diversi artisti quali :Inaco, Tintori, Lazzarini, Da Pistoia e tanti altri. Ingresso libero.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI