15.6 C
Comune di Viareggio
venerdì, Settembre 30, 2022

Musica e solidarietà: successo del concerto di gala dedicato alla pace. Raccolti 3.723 euro per l’accoglienza dei profughi ucraini in arrivo dalla frontiera con l’autobus dei F.lli Verona

Una serata ricca di emozioni , di grande musica e di voci potenti che si sono sollevate per lanciare un messaggio di Pace e stringersi in un caloroso abbraccio al popolo ucraino. Ma anche una serata di concreta solidarietà che grazie alla generosità del pubblico è servita per raccogliere la somma di 3.723 euro da destinare al sostegno dei profughi ucraini in arrivo a Pietrasanta dalla frontiera con l’autobus della storica azienda di viaggi pietrasantina “F.lli Verona”.
Al Teatro Comunale di Pietrasanta “Cesare Galeotti”, illuminato con i colori della bandiera ucraina, il Concerto di stelle per la pace, promosso dalla Fondazione Versiliana e Comune di Pietrasanta in collaborazione con l’associazione “Kreion Versilia” e “Pietrasanta in Concerto” è andato in scena in un teatro gremito di pubblico entusiasta che ha accolto con scroscianti applausi i 12 grandi artisti di 6 diverse nazionalità, tra cui Ucraina e Russia, che si sono esibiti insieme, tutti a titolo gratuito, dimostrando ancora una volta che la musica è il più forte veicolo di unione, fratellanza tra popoli, solidarietà e pace.

“La città di Pietrasanta – ha spiegato dal palco il sindaco di Pietrasanta Alberto Giovannetti – ha un cuore speciale, una grande sensibilità e lo dimostra ogni volta che c’è necessità. Nel 2022 conflitti così disumani come quello che sta sconvolgendo l’Ungheria non dovrebbero esserci e abbiamo il dovere di dare sostegno alle famiglie e ai bambini che stanno soffrendo per colpa di questa terribile guerra. Lo abbiamo fatto con questa serata raccogliendo fondi e lo faremo con un secondo carico di prodotti di prima necessità che partirà venerdì da Pietrasanta, direzione Săcueni”
Al sindaco si è unito il presidente della Fondazione Versiliana Alfredo Benedetti: “Nel mondo sono ancora aperti troppi scenari di guerra e tutti noi mai avremmo pensato di ritrovarci con un così aspro conflitto alle porte della nostra Europa. Con questa serata abbiamo voluto dare voce, attraverso la musica e la cultura ad un grido di pace, ma abbiamo voluto anche fare qualcosa di concreto per raccogliere fondi per le donne e i bambini che scappano dai bombardamenti e che dall’Ucraina arriveranno qui. Di questa serata che attraverso gli artisti provenienti da tutto il mondo ha unito non solo Ucraina e Russia sul palco, ma anche Belgio, Cina e Italia hanno parlato tutti i più importanti media nazionali e la città di Pietrasanta ha brillato per il suo carattere internazionale e per lo spirito di solidarietà”.

Il concerto di pace con artisti ucraini e russi, ideato da Michael Guttman e condotto da Claudio Sottili

Protagonisti della serata, condotta da Claudio Sottili e coordinata artisticamente da Alida Berti, sono stati infatti grandi interpreti internazionali della musica e della lirica che si sono tutti esibiti a titolo gratuito : la cantante e musicista ucraina Eka, il tenore russo Vladimir Reutov, il tenore franco-tunisino Amadi Lagha, i soprani italiani Alida Berti Francesca Maionchi, il baritono Sergio Bologna, il violinista belga Michael Guttman, la violoncellista cinese Jing Zhao, e poi ancora il clarinettista Ioan Bodnarciuc, il sassofonista Gigi Pellegrini e i pianisti Ugo Bongianni e Cesare Goretta.

Toccante è stato il momento in cui Eka, cantante e musicista ucraina insieme al tenore russo Vladimir Reutov e a tutti gli altri artisti ha intonato l’inno nazionale ucraino con la sua “bandura” strumento simbolo del suo paese, “ la mia arma di pace” come lo ha definito lei stessa. Ma altrettanto profonde, intense e apprezzate sono state le esibizioni di tutti i protagonisti.

Particolarmente commovente è stato anche il collegamento in videochiamata con Piero Verona a bordo del pullman di rientro dall’Ucraina che ha raccontato con malcelata emozione le tante difficoltà che stanno affrontando le famiglie di profughi e le insidie del loro viaggio della speranza fuori dai bombardamenti verso un luogo sicuro : Pietrasanta e la Versilia.
Il viaggio del bus, fortemente sostenuto anche personalmente dal M° Michael Guttman e dal suo festival “Pietrasanta in Concerto” terminerà oggi, giovedì 10, nel pomeriggio al terminal bus di Pietrasanta: poi le 29 persone a bordo, tra donne e bambini, saranno alloggiati in famiglie e strutture a Pietrasanta e in Versilia.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI