21.1 C
Comune di Viareggio
martedì, Ottobre 4, 2022

Presentata ai genitori la nuova scuola primaria Frediani. “Non una soluzione tampone ma un plesso funzionale che accoglie le richieste dei docenti”

La nuova sede della scuola primaria Frediani, seppur provvisoria, non sarà una soluzione tampone ma capace di rispondere perfettamente alle esigenze didattiche, sicura e completamente autonoma rispetto al palazzo municipale di Seravezza.

Il sindaco Lorenzo Alessandrini, con l’intera giunta, hanno accolto venerdì pomeriggio in via XXIV Maggio gli insegnanti e i genitori dei bambini della scuola Frediani, per presentare i nuovi spazi individuati nel palazzo comunale che consentiranno l’atteso ritorno del plesso nel capoluogo, dopo gli anni del trasferimento nella piana a causa dell’inagibilità della scuola.

Aule spaziose e luminose, locali coibentati e insonorizzati, una grande sala polivalente, doppi servizi igienici e uno spazio esterno recintato per la ricreazione.

La Frediani di questa fase di transizione, in attesa che arrivino finanziamenti per realizzare il radicale restauro della sede storica, non si può certo definire una soluzione di emergenza, ponendosi nel panorama degli edifici scolastici del territorio come la struttura più sicura dal punto di vista antisismico e con tante accortezze che ne fanno un’ottima alternativa al frazionamento sui plessi della piana.

Dunque da settembre la campanella suonerà nel Palazzo di via XXIV Maggio dove i bambini troveranno spazi completamente autonomi rispetto ai dipendenti comunali e al pubblico, grazie a ingressi separati e a divisioni interne che eviteranno qualsiasi promiscuità. Sui due grandi corridoi al piano terra della struttura si apriranno le quattro aule rispondenti all’attuale fabbisogno, con la possibilità di aggiungerne un’altra in caso di necessità, due locali per i servizi igienici e l’ex sala consiliare che potrà essere utilizzata a seconda delle esigenze, come palestra o aula ricreativa.

Come spazio mensa si è pensato, in linea con quanto avviene in molte altre scuole, all’utilizzo delle stesse classi che, essendo molto ampie, rispondono perfettamente anche a questa funzione, tanto più che l’emergenza Covid ha cambiato prassi e introdotto nuove accortezze.

“Finalmente la Frediani tornerà a Seravezza – ha sottolineato l’assessore alla scuola Valentina Mozzoni – e lo farà in spazi perfettamente rispondenti alle diverse esigenze. Dopo i piccoli interventi di adeguamento, arrederemo le aule e ogni altro ambiente, dotando questa scuola anche di tutti i mezzi tecnologici necessari a garantirne la qualità didattica. Un’operazione in cui abbiamo sempre creduto, certi che la dignità di un paese sta anche nella conservazione delle sue scuole”.

Ogni spazio della nuova Frediani è stato individuato anche grazie a un confronto diretto con gli insegnanti, così da trovare risposte adeguate a ogni necessità. Tra cui l’area per la ricreazione che può avvenire sia negli ampi corridoi ma anche all’esterno, dato che sarà utilizzato come spazio di pertinenza della scuola anche il cortile recintato sul retro dell’edificio che verrà opportunamente attrezzato con erba sintetica così da consentirne una migliore fruizione.

“Queste sono le soluzioni individuate dall’amministrazione per mettere a disposizione un ambiente perfettamente idoneo alla didattica, sicuro, accogliente e funzionale – ha concluso il sindaco Lorenzo Alessandrini – , dotato di tutte le caratteristiche per starci bene, senza problemi di sovrapposizioni di orari e turnazioni, rispondente alle esigenze delle famiglie anche in termini di mobilità. Insomma, c’è tutto quello che serve e forse anche di più rispetto ad altre scuole. Si tratta, una volta rimosso il cantiere per il quale è ormai questione di giorni, di procedere con piccoli interventi già tutti programmati e a breve la scuola sarà pronta, segnando l’atteso ritorno nel suo paese”.

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI